Matrimoni in calo in Italia?

Il matrimonio in Italia sempre più in calo: a cosa è dovuto?

A dirlo è un’indagine dell’ISTAT che ha analizzato la situazione nel nostro Paese confrontandola con i dati del 2004.

Quello che emerge è che l’età media degli sposi è cresciuta, raggiungendo un record ineguagliabile e valido sia per gli uomini sia per le donne.
Infatti, se nel 2004 l’età media dello sposo era di 33 anni e della sposa poco meno di 30, nel 2016 questo dato è cresciuto: difatti i dati ISTAT confermato che l’età media dello sposo è salita a 37 anni, mentre quella della sposa a 33 anni. Un altro dato che emerge è che sono aumentate notevolmente le nozze di sposi over 45 così come quelle degli over 60, anche se in quest’ultimo caso si parla quasi sempre di seconde nozze.

Ma quali sono i fattori determinanti?

Sicuramente, tra le cause, quella che maggiormente si presenta è legata al costo complessivo delle nozze. Si calcola, infatti, che una cerimonia di nozze tradizionale con circa cento inviati, possa costare dai 35 ai 60 mila euro, cifre oggettivamente fuori dalla portata di troppe persone.

Fortunatamente, esiste la possibilità di ricorrere ad un finanziamento per realizzare il proprio matrimonio.
Si chiama “Prestito Matrimonio” ed è un prestito erogato appositamente per sostenere la spesa delle nozze.

Il Prestito Matrimonio, può essere richiesto per coprire l’intera spesa del matrimonio oppure solo l’acquisto dell’abito o il ricevimento o il viaggio di nozze in base alle diverse esigenze e necessità.

Richiedere Il Prestito Matrimonio è facile e veloce grazie ai sevizi resi disponibile dal Gruppo Santamaria, specializzata da oltre dieci anni nell’erogazione di questa tipologia di prestiti.
Possono accedere a questo tipo di prestito i dipendenti pubblici ,privati, i dipendenti statali, i pensionati e dipendenti della regione Sicilia.
Inoltre, possono accedere al Prestito Matrimonio anche coloro che hanno avuto in passato problemi finanziari e risultassero delle segnalazioni come cattivo pagatore.

Richiedere informazioni è facile e veloce! Attraverso il sito web, la pagina Facebook della società oppure chiamando direttamente la sede provinciale ed ottenere una consulenza gratuita personalizzata.


Prestiti sviluppo turistico Sicilia

Prestiti sviluppo turistico Sicilia

È di questi giorni la notizia che, a Palermo, il settore degli appartamenti turistici è in pieno boom. Di riflesso, le altre grandi città siciliane seguono lo stesso trend e, a seguire, tutte le località di mare, compresi i borghi dell’entroterra.

Per questo motivo, ora, è il momento di cogliere opportunità e i prestiti sviluppo turistico Sicilia sono il mezzo per raggiungerle. Stiamo parlando d’investimenti per una rimessa a nuovo di case e appartamenti con somme fino a un massimo di 30.000 Euro.

Investimenti grazie ai prestiti sviluppo turistico Sicilia

Ristrutturare un piccolo appartamento e metterlo sul mercato degli affitti turistici, vuol dire metterlo a rendita. In altre parole, avere un introito extra che può variare da circa 1200 a 2000+ Euro al mese, magari con un monolocale da 25 mq!

Siamo nel pieno di una nuova rivoluzione economica, che si consuma letteralmente in modo virtuale attraverso la Rete. Oggi chiunque può mettere sul mercato il proprio appartamento e, per farlo, non deve acquistare costose campagne pubblicitarie tradizionali, ma semplicemente registrarsi nei vari portali e attendere gli ospiti.

prestiti sviluppo turistico Sicilia vanno esattamente in questa direzione. Molti proprietari hanno appartamenti in centro da mettere in sesto, ma non colgono quest’opportunità semplicemente perché la ignorano. Un appartamento nel centro di Palermo, Catania, Ragusa ecc …, vuol dire avere una piccola miniera d’oro, occorre solo avviarla verso la produzione!

In genere, per sistemare piccoli appartamenti la spesa media è di 20/30 mila Euro. Somma, che si recupera nel giro di un paio di anni. I prestiti sviluppo turistico Sicilia non sono altro che investimenti molto proficui.

L’opportunità di cogliere quest’occasione

Si tratta davvero di un’occasione da non perdere, la domanda cresce continuamente e sempre più persone si mobilitano per la conversione di quei piccoli appartamenti che spesso non si usano neppure per le vacanze.

Quale migliore occasione quindi per sfruttarli e farli rendere quanto è giusto? I prestiti sviluppo turistico Sicilia, si possono ottenere in pochi e semplici procedure. La più veloce è sicuramente la cessione del quinto dello stipendio o della pensione.

Con questo strumento, ottenere il prestito è facile e veloce. Occorrono solo pochi giorni e vedrai accreditato sul tuo conto corrente l’importo richiesto.

Tra gli istituti che concedono questo tipo di prestiti, possiamo indicare il Gruppo Santamaria che, grazie all’esperienza decennale dei propri funzionari, riesce ad accogliere le richieste di tutti i suoi clienti. Puoi richiedere un preventivo gratuito e senza impegno sul sito web o la pagina social della società. Puoi chiedere, inoltre, anche una consulenza gratuita chiamando la sede provinciale di Catania al numero verde 0958832790


Ristrutturazione debiti Sicilia

Ristrutturazione debiti Sicilia

Casa, il significato di questa parola che dovrebbe definire semplicemente il luogo in cui si abita è invece decisamente differente. Casa è un luogo sicuro, dove poter essere veramente se stessi e circondasi delle cose e delle persone che amiamo.

Ecco perché spesso nella scelta di una casa la parte emotiva ha un ruolo fondamentale. E per chi ha la fortuna di poterne acquistare una in un posto bello e unico come la Sicilia, la scelta spesso ricade su luoghi che non sono semplici dimostrazioni di architettura, ma rappresentano veri e propri pezzi di storia italiana e locale, dove le tradizioni e i costumi prendono forma.

Certo in questi casi l’opera di restauro è inevitabile, a rendere tutto più semplice tuttavia è la possibilità di avvalersi di un prestito ristrutturazione debiti Sicilia.

L’occasione di dare forma alla casa dei nostri sogni può diventare molto meno oneroso ed essere ridistribuito nel tempo avvalendosi di quest’opzione.

Sono molte, infatti, le famiglie che colgono al volo la possibilità di ristrutturare la propria casa richiedendo un prestito ristrutturazione debiti Sicilia.

Vantaggi della ristrutturazione debiti Sicilia

La crisi economica e un mondo del lavoro sempre più instabile hanno reso negli ultimi decenni davvero difficile alle famiglie medie attuare un considerevole piano di risparmio che possa consentire di affrontare non solo la spesa di acquisto di una casa ma, soprattutto, quella del restauro. Il primo vantaggio di richiedere un prestito ristrutturazione debiti Sicilia è di vedere il proprio sogno realizzarsi davanti agli occhi.

Poter progettare, mettere in opera e terminare la propria casa senza la preoccupazione di dover rinunciare a tutti i risparmi fa, di fatto, un’enorme differenza.

E questo del resto è un altro dei vantaggi dell’opzione ristrutturazione debiti Sicilia. Mantenere la propria stabilità finanziaria e spalmare la spesa nel tempo e con una rata che sia adatta alle possibilità di ognuno, non è certo un vantaggio da poco.

Quali sono i requisiti per la richiesta

Per quanto riguarda l’opzione ristrutturazione debiti Sicilia il massimo erogabile è di ben 30.000,00 € che potranno essere utilizzati per rendere la vostra abitazione una vera e propria casa a vostra immagine e somiglianza.

Richiedere un prestito ristrutturazione debiti Sicilia è davvero semplice, i requisiti, infatti, sono quelli necessari per richiedere un normale finanziamento.

Nello specifico quindi potranno avvalersi di questa vantaggiosa possibilità tutte le persone che hanno un lavoro a tempo indeterminato da almeno un anno.

La modalità di pagamento è comodissima, non sarà nemmeno necessario ricordarsi scadenze, fare bonifici o correre a pagare i bollettini. La rata, infatti, sarà pagata automaticamente con la cessione del quinto dello stipendio.

Un metodo comodo, semplice e veloce per vedere realizzata la casa dei propri sogni.

Per un preventivo gratuito puoi contattare il Gruppo Santamaria, società specializzata per questo tipo di prestiti.
Puoi richiedere informazioni on line, grazie al sito web o la pagina social del Gruppo, oppure, potrai contattare un funzionario tramite il numero verde della sede provinciale di Catania


Cessione quinto dello stipendio Sicilia

Cessione quinto dello stipendio Sicilia

È la formula per chiedere il prestito più diffusa tra impiegati statali e del pubblico impiego, quella che consente di ottenere la somma necessarie in pochissimo tempo e con una prassi molto snella burocraticamente. La cessione quinto dello stipendio Sicilia, è la forma più semplice per accedere ai fondi senza garanzie particolari, il lavoro è la garanzia sulla quale gli istituti di credito si basano per l’erogazione.

Il quinto dello stipendio vuol dire che oltre la quinta parte di quanto percepito mensilmente la rata mensile non potrà essere, questo vuol dire che si ha un tetto massimo del reddito impegnato nel rimborso e oltre quello non si può andare.

Questa formula tutela sia gli enti erogatori quanto il richiedente del prestito, entrambi garantiti dal reddito mensile, una formula che consente di ottenere prestiti senza rischiare l’intero stipendio per il pagamento delle scadenze.

Niente preventivi o giustificazioni di spesa

Totale privacy, la cessione quinto dello stipendio Sicilia non presuppone alcuna giustificazione di spesa o preventivi di sorta. Ogni somma, indipendentemente dalla sua entità, non necessità di alcuna dichiarazione. Questo, vuol dire che le somme disponibili sono spendibili in tutte le forme possibili e in più voci di spesa.

Auto nuova o usata, sistemare la casa o il giardino, fare il viaggio esotico oppure provvedere alla cerimonia del matrimonio, insomma, il prestito ottenuto si potrà spendere e usare per tutte le voci di spesa necessarie. Non ci sono limiti, i soldi, sono erogati a titolo personale e non è fondamentale dichiarare per cosa saranno utilizzati, questo è solo un aspetto opzionale e del tutto personale.

Fino a 30 mila Euro con la cessione quinto dello stipendio Sicilia

Le somme erogabili possono essere di 5 oppure 10, 20 o 30 mila Euro, tuttavia, non necessariamente devono essere giusti in base al progetto di spesa. Si possono richiedere alcune somme superiori alla reale necessità, magari da destinare ad altri utilizzi, esempio: se dobbiamo sistemare il giardino e abbiamo un preventivo di spesa di 5.000 Euro, potremmo chiederne 10.000 e destinarne il restante per altri acquisti.

I requisiti sono uguali per ogni istituto di credito, per la cessione quinto dello stipendio Sicilia, è necessario fare lo stesso mestiere da almeno un anno, avere una storia creditizia accettabile per ottenere il prestito entro pochissimi giorni.

In genere, il prestito sarà depositato direttamente sul conto del richiedente entro qualche giorno dalla conferma, quindi le somme subito disponibili da utilizzare.


Chiudere i conti con riscossione Sicilia

Chiudere i conti con riscossione Sicilia

Nell’isola, l’Ente di riscossione multe e tributi è appunto Riscossione Sicilia, che ovviamente ha le stesse funzioni che aveva Equitalia, oggi, direttamente Agenzia delle Entrate.
Le cartelle esattoriali sono identiche, fastidiose e angoscianti poiché ognuno le percepisce come una minaccia alla propria tranquillità familiare, e, in effetti, un po’ è così e in molti casi diventa insostenibile sostenerne lo stress.

Per chiudere i conti con riscossione Sicilia c’è un solo modo, pagare, magari trattando per ottenere qualche sconto e dilazione sui pagamenti, quello che più preoccupa gli utenti è l’impossibilità di pagare tutto e subito in modo definitivo, specie quando le cifre accumulate sono nell’ordine di qualche migliaia di Euro, soldi che è difficile da togliere dal bilancio familiare.

Per questo, la soluzione per chiudere i conti con riscossione Sicilia, è quella di prendere un prestito e saldare definitivamente ogni pendenza con l’Ente di riscossione siciliano. Certo, quest’operazione costa qualcosa di interessi, ma vale sempre la pena pagarli perché sono molti meno rispetto a quelli applicati dall’Ente per i ritardi nei pagamenti.

Pagare tutto e subito in una volta sola

È sicuramente la soluzione più intelligente, almeno sotto il profilo economico ma anche familiare, si paga e ci si toglie il peso dei debiti ritrovando serenità in famiglia. E’ la soluzione ideale e può essere realizzata chiedendo un prestito personale agevolato, che prevede degli incentivi e sconti per questo tipo di richieste.

La formula è quella super collaudata della cessione del quinto, quindi, un prestito senza impegni superiore a questa soglia di sicurezza, che consente di spalmare bene il capitale preso in prestito senza subirne il peso di una rata troppo pesante, quindi, chiudere i conti con riscossione Sicilia è relativamente comodo e semplice.

I requisiti sono standard e minimi: un lavoro fisso da almeno un anno e per l’appunto cedere il quinto dello stipendio. Ovviamente, questo vale anche per i pensionati, i quali possono contare anche su ulteriori agevolazioni e dilazioni delle rate da rimborsare.

Piccole rate per trovare serenità

Quello dei debiti con le amministrazioni è un tema annoso e noioso, spesso vessante e sicuramente molto stressante. Inutile dire che toglierseli di mezzo è liberatorio e fa tornare il sereno in casa, per questo le agevolazioni della scorsa primavera hanno avuto un notevole successo, tutti erano in attesa dell’occasione per saldare piccoli e grandi debiti per non avere più a che fare con l’Ente.

Può sembrare paradossale, ma questa è una delle poche occasioni, dove pagare per estinguere un debito rende felici, negli anni abbiamo visto cartelle impazzite, costi esorbitanti e molti errori, per cui chiudere la partita con gli Enti di riscossione è senz’altro liberatorio!

Richiedere una consulenza gratuita è facile e veloce. Puoi prenotarti attraverso il sito web o chiamando direttamente la sede provinciale di Catania