I prestiti più richiesti a Palermo

I prestiti più richiesti a Palermo

In ogni area d’Italia ci sono dinamiche produttive e quindi economiche differenti, ad esempio al nord si chiedono presti per determinati acquisti mentre al sud sono completamente opposti, restando in Sicilia è interessante vedere quali sono i prestiti più richiesti a Palermo, città che in parte rappresenta l’intera Regione.

Secondo alcuni sondaggi e dati, i prestiti più richiesti a Palermo riguardano la casa, in modo particolare le ristrutturazioni sono complessivamente del 35%, di cui abbiamo accennato di questo fenomeno qualche giorno fa, nel post legato al settore turistico.

Nel resto d’Italia ad esempio questa percentuale scende di 10 punti percentuali a favore dell’auto nuova o di altre utilità. Questo sta dimostrando che il settore turistico e edilizio, in Sicilia vede un miglioramento se non nella nuova edilizia almeno nelle ristrutturazioni, la maggior parte delle quali specie a Palermo sono legate appunto al turismo con gli appartamenti turistici.

Dopo la casa l’automobile

La macchina usata vede una percentuale di richieste importanti, è la seconda richiesta per quantità, con un 18% che sommato al 7% delle richieste per un’auto nuova si arriva al 30% di richieste complessive per l’acquisto di un’auto. Tra le priorità dei palermitani ci sono prima di tutto la casa da sistemare, subito dopo l’automobile, arrivando a oltre il 60% delle richieste, da qui si evince che i prestiti più richiesti a Palermo sono dettati da motivazioni di primario interesse.

Questo dato contrasta con quello nazionale, la cui soglia d’interesse per l’auto è di due o tre punti in più tra nuovo e usato, questo conferma anche che la Sicilia essendo una Regione a vocazione turistica naturalmente, tende a investire su basi più solide in proiezione d’investimenti che possono essere redditizi.

La tendenza per quanto riguarda i prestiti a Palermo si distanzia abbastanza dalla tendenza nazionale, ad esempio il prestito per il consolidamento debiti su base nazionale è del 18% mentre a Palermo del 15%, tre punti che manifestano una tendenza sociale contrastante.

Molta sostanza e poche distrazioni

In Sicilia e in questo caso a Palermo si tende a investire nel mattone, ristrutturare la casa è sicuramente di grande interesse in questo momento, i palermitani stanno cogliendo il segnale che arriva dal mercato turistico, la crescente richiesta di appartamenti turistici in molti casi è alla base di questo investimento.

Tra i prestiti più richiesti a Palermo spicca, infatti, quello chiesto per la ristrutturazione, parliamo di una range di cifre che rientrano tra i 15 e i 20 mila Euro, somme che sono destinate a interventi di tipo manutentivo e migliorativi piuttosto che strutturali.

A Palermo quindi il mercato immobiliare si sta muovendo verso il turismo e presto si fonderanno in un prossimo futuro con un’edilizia già predisposta per l’accoglienza turistica, investimenti sicuramente più redditizi di quelli tradizionali!


Prestiti online Catania

Prestiti online Catania

Superati i tempi in cui ci si recava in banca per chiedere un finanziamento o prestito personale, con la Rete le cose ormai sono cambiate alla radice, ora non si va più in banca ma si accende il computer, si cerca nella propria città l’istituto, si leggono le informazioni e l’offerta poi si passa al contatto.

prestiti online Catania sono la migliore espressione possibile di questa nuova dinamica, i catanesi come i palermitani o siciliani tutti, hanno la possibilità di avere una linea diretta con la banca o istituto finanziario.

Siamo entrati nel pieno della rivoluzione del web, quello che solo fino a qualche anno fa poteva sembrare futuribile ora è realtà conclamata! Anche per questo le banche e molti istituti finanziari stanno cambiando i loro asset e struttura commerciale, la tecnologia permette ai clienti di fare molte operazioni da casa, quindi la fisicità della banca non è più fondamentale, ovviamente questo ha ripercussioni sull’occupazione, è il progresso e purtroppo non si può arrestare.

Pochi click e tutti possono accedere ai prestiti online Catania

Catania come altre città della Sicilia ovviamente, l’accessibilità ai servizi online è ormai è always on, in altre parole grazie ai nuovi smarthphone si è sempre connessioni e si può accedere in qualunque momento a tutti i siti disponibili per chiedere prestiti online Catania, dalla propria città o provincia si può valutare e confrontare la migliore offerta locale per un prestito.

Pochi minuti e si può inviare la richiesta oppure come offrono molti istituti e tra questi, anche il Gruppo Santamaria, si può chattare direttamente con l’operatore online, che potrà verificare la fattibilità del prestito direttamente in tempo reale mentre state navigando il sito, questo vuol dire che sarà possibile ricevere una risposta in pochissimo tempo.

Un nuovo modo di offrire servizi finanziari, si entra nel sito per valutare quali siano i migliori prestiti online Catania e poi si contatta l’istituto sempre online. Per capirci il vantaggio è che non abbiamo bisogno di andare direttamente in banca, prendere appuntamenti, parcheggiare l’auto, fare attese e infine parlare con un funzionario che in fondo dirà quello che avrebbe potuto dire con un’email o in chat!

È la banca che viene a casa

Con la tecnologia cambia tutto, che si usi uno smarthphone, tablet o PC poco cambia, con questi apparecchi e una connessione, non saremo noi ad andare in banca ma la stessa a venire a casa nostra.

Per questo i prestiti online Catania hanno successo e sono molto richiesti, è la velocità e praticità del sistema, da quando anche gli istituti hanno reso i servizi disponibili online, il flusso dei clienti che ogni anno entrano in filiale è sceso notevolmente, così come molti che non vanno più in banca per chiedere un prestito perché lo chiedono online.

Tutto connesso e tutto più veloce, perché se è vero che i soldi contano è anche vero che si realizzano con il tempo, e il tempo è preziosissimo!


Prestito viaggi e vacanze Sicilia

Prestito viaggi e vacanze Sicilia

Una volta le vacanze erano qualcosa da ricchi, poi negli anni sessanta con il boom economico prese vita il turismo di “massa”, in quegli anni e per alcune decine a seguire, si andava in vacanza in estate grazie ai risparmi fatti durante gli 11 mesi precedenti.

Una specie di salvadanaio da destinare ai viaggi e vacanze estive, poi arrivati a metà degli anni novanta le cose sono iniziate a cambiare, i risparmi destinati alle vacanze erano sempre meno fino alla completa scomparsa.

Complice di questa situazione la crisi che poi come sappiamo è culminata con l’esplosione della bolla dei subprime del 2008, da alcuni anni le vacanze si fanno grazie al prestito viaggi e vacanze Sicilia, i siciliani possono attingere a prestiti agevolati e programmare una vacanza in base alle possibilità di rientro.

Il ruolo della cessione del quinto

Questo tipo di finanziamento in particolare ha riportato molto successo, specie per il prestito viaggi e vacanze Sicilia, uno strumento che consente a chiunque in possesso di un reddito mensile dimostrabile, quindi di essere assunto da almeno un anno, di accedere alla richiesta di prestito per finanziare le proprie vacanze.

Il prestito agevolato è rivolto anche ai pensionati, che così hanno la possibilità di finanziarsi il viaggio anche esotico con una trattenuta sulla pensione. Molti anziani, infatti, chiedono il prestito viaggi e vacanze Sicilia per espatriare durante l’inverno e andare in paesi caldi tropicali per 3/4 mesi.

Una soluzione che si ripaga da sola considerando il minore costo della vita in alcuni paesi come ad esempio la Repubblica Domenica e altri dell’area caraibica, per certi versi la vacanza o lunga permanenza si ripaga davvero da sola con quanto risparmiato in questi paesi grazie alla vita meno cara.

Un quinto destinato alle meritate vacanze

La comodità del prestito agevolato con la cessione del quinto, è sostanzialmente la facilità della richiesta e la modalità per ottenerlo, cedere parte del reddito mensile evita ogni posizione di contenzioso e si ha la certezza di quanto si dovrà pagare e per quanto tempo.

Inoltre le agevolazioni e accordi fatti con le associazioni di categoria, consentono di poter ottenere buone condizioni con tassi contenuti e la possibilità di rientro anche molto comoda. Il prestito viaggi e vacanze Sicilia è la soluzione per molti siciliani che possono fare quel viaggio da qualche tempo chiuso nel cassetto, che per un motivo o l’altro si è sempre rimandato, magari ora con la possibilità del prestito agevolato si può riscoprire il piacere di viaggiare comodamente anche nel rientro del prestito!


Cessione del quinto Palermo, la soluzione più veloce

Cessione del quinto Palermo, la soluzione più veloce

Ottenere un prestito con la cessione del quinto dello stipendio o della pensione è oggi la forma più diffusa per ottenerlo, si può accedere alla concessione del prestito in poco tempo spesso qualche giorno.

La cessione del quinto Palermo e in tutta la provincia è disponibile grazie al Gruppo Santamaria specializzato in finanziamenti e prestiti a impiegati nel settore pubblico o privato.

La somma richiedibile può arrivare fino a un massimo di 30.000 Euro, ovviamente non necessariamente l’intero importo erogabile nel caso sia superiore alle necessità, quindi si può chiedere esattamente la somma che occorre.

Il vantaggio è la comodità di rientro, che si basa appunto sulla cessione del quinto di quanto percepito mensilmente, che sia la pensione o lo stipendio in ogni caso si potrà accedere al prestito agevolato con la cessione del quinto Palermo, il prestito che aiuta e risolve i problemi economici dei palermitani.

Come funziona la cessione del quinto Palermo e provincia?

Tutti residenti in città e nella Provincia di Palermo possono accedere al prestito agevolato erogato dal Gruppo Santamaria, per farlo è necessario avere un impiego a tempo determinato ed essere al lavoro da almeno un anno, in conformità a questo e in proporzione allo stipendio sarà erogato un prestito il cui rientro mensile non può superare un quinto della somma mensile percepita.

Inoltre non occorre motivare la richiesta, nel senso che non è necessario spiegare il motivo per cui si richiede una tale somma, non importa ed è puramente discrezionale, sicuramente un buon segno di rispetto della privacy, al contrario di quanto spesso avviene con istituti bancari a volte un po’ troppo invadenti.

Tutto quello che bisogna fare per chiedere il prestito è indicare la somma desiderata e presentare i documenti relativi al posto di lavoro, in questo modo si potrà processare la richiesta e in pochi giorni ottenere il prestito con la cessione del quinto Palermo.

Chi può fare richiesta del prestito?

Chiunque ha diritto di accedere al prestito agevolato, non ci sono discriminazioni o requisiti particolari, la cessione del quinto Palermo è molto democratica, si rivolge a tutti, occorre solo avere un lavoro a tempo indeterminato e farne richiesta.

Questo vale anche per i pensionati, purtroppo spesso in difficoltà a causa di spese impreviste, quindi anche gli anziani con lacessione del quinto Palermo hanno quest’opportunità di poter ottenere un prestito con tassi agevolati molto convenienti, in caso di necessità possono ottenere la somma di cui hanno bisogno in pochi giorni!


Prestito giovani Catania opportunità e futuro

Prestito giovani Catania opportunità e futuro

Un paese può avere una proiezione del futuro solo se punta e sostiene coloro che quel futuro lo vivrà. Purtroppo è esattamente quello che manca da anni in Sicilia e in Italia, il prestito giovani Catania si rivolge proprio al futuro, a sostegno di quei giovani che hanno idee e talento, ma mancano dei mezzi per realizzarle.

Come sappiamo la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli record, sicuramente non degni in paese industrializzato e civilizzato come dovrebbe essere l’Italia, purtroppo il condizionale è obbligatorio in questo caso. Troppe volte sono state disattese le promesse e buone intenzioni della politica, che per quanto tenti di sforzarsi non ha capito quale sia il vero problema.

Non c’è lavoro e verosimilmente ce ne sarà sempre meno, questo è dovuto all’automazione e alla robotica, che sta lentamente sostituendo le “braccia”, per questo i giovani non hanno sbocchi, almeno nel mondo del lavoro dogmatico che ancora ci ostiniamo a sostenere.

In futuro ognuno sarà il datore di lavoro di se stesso

Il lavoro del futuro è creativo, soprattutto legato alla Rete e alle nuove tecnologie, l’informatizzazione e la sicurezza, lavori che, almeno per ora i robot non possono fare. Per questo il prestito giovani Catania è sicuramente una luce in fondo al tunnel per molti ragazzi che possono realizzarsi e sostenere iniziative di carattere imprenditoriale autonomo.

Qualunque settore legato alla tecnologia che comunque abbia una connotazione futurista, non potrà che avere successo, più o meno ampio ma comunque successo. La Rete non è solo informazione, è anche e soprattutto servizi, e con l’avvento dell’Internet delle cose ci saranno ancora più opportunità di lavoro e per creare impresa.

Ogni giovane che ha voglia di fare ha davanti a se un futuro di grandi cambiamenti, il prestito giovani Catania si rivolge a tutti coloro che hanno idee e stimoli per creare e fare impresa, la tecnologia sarà sempre più presente in ogni ambito, quindi la fonte di lavoro non mancherà perché la domanda sarà sempre crescente.

La startup si avvia anche grazie al prestito giovani Catania

Gli anni a venire saranno ricchi di opportunità, seguendo la tecnologia e le tendenze che veicola, si potrà fare impresa creando prodotti, servizi e applicazioni, un modo tutto da costruire che possiamo solo immaginare.

Del resto chi mai avrebbe potuto anche solo immaginare, appena 20 anni fa cosa ci riservava la tecnologia, oggi diamo per scontato video comunicare, ma solo qualche anno fa era fantascienza.

Il futuro come sempre non è stato scritto, ognuno, se vuole, può scrivere la sua pagina e lasciare il suo piccolo contributo, il prestito giovani Catania è da inquadrare esattamente in quest’ottica, con una visione sicuramente ottimistica e consolidata.


Prestito bed and breakfast Palermo

Prestito bed and breakfast Palermo

Palermo è una delle prime 10 città italiane per affluenza turistica, solo nell’ultimo biennio l’incremento è stato di circa mezzo milione. Numeri molto interessanti che fanno prefigurare un futuro più che roseo e in crescita, il tutto grazie alla Rete che collega ogni angolo di mondo. Investire in città come queste a grande vocazione turistica, significa puntare sul sicuro, per questo il prestito bed and breakfast Palermo è un volano economico che può alimentare tutta la Regione.

Quando pensiamo alla Sicilia sotto il profilo turistico, vediamo un territorio completo per un’offerta turistica di altissimo livello, occorre solo promuovere e mettere in pratica le condizioni per svilupparlo. La Sicilia potrebbe essere coma la Florida per gli Stati Uniti, vivere di solo turismo, per altro unico settore che non ha sentito la crisi se non marginalmente e che continua a crescere.

Investire in questo proficuo settore con un prestito bed and breakfast Palermo può generare un incredibile business, questa tipologia di alloggio turistico è sempre più richiesta e portali come Airbnb ne sta sostenendo la domanda con incrementi da capogiro.

Il turismo della Sicilia è una Ferrari senza benzina!

Le potenzialità sono infinite, il volume d’affari potrebbe superare di gran lungo quello delle Regioni più industrializzate, perché in quest’isola l’estate è più lunga che altrove, da aprile a ottobre sole e mare. Ovviamente la questione è politica, fin quando si penserà a un modello sviluppo ottocentesco, la Sicilia non potrà mai decollare turisticamente.

Chiaro che occorrono investimenti, che per quanto osteggiato, anche il ponte sullo stretto potrebbe avere la sua importanza strategico turistica, infatti, le grandi opere non sempre si realizzano per l’utilità delle stesse, che in questo caso ne ha comunque, spesso le opere si realizzano come simbolo e segno di una civiltà, da lasciare in eredità futura. Quanti di quelli che hanno progettato e costruito il Golden Gate di San Francisco potevano immaginare che il ponte avrebbe richiamato milioni di viaggiatori da tutto il mondo? Appunto!

La Regione ha un potenziale turistico “atomico”, manca solo il detonatore che ne faccia partire l’esplosione, il turismo crescerà sempre perché è generazionale e ciclico, si rinnova ogni 10 anni quindi investire oggi, con un prestito bed and breakfast Palermo significa avere una rendita futura garantita.

L’appartamento trasformalo con il prestito bed and breakfast Palermo

Palermo è la prima città della Sicilia per traffico turistico, nei prossimi anni l’affluenza aumenterà ancora e probabilmente i prezzi degli immobili saliranno rispetto al resto dell’isola, questo è il momento propizio per cavalcare l’onda del successo già odierno e soprattutto negli anni a venire.

Capire le dinamiche future consente di fare investimenti sicuri e di successo, Palermo è sicuramente il polo d’attrazione turistica principale, i cui benefici si riverseranno sull’intero territorio, quindi ne beneficerà un intero indotto con un gettito economico rilevante.

Il tutto supportato dalle tecnologie e dalla Rete, grazie alla quale nuovi modelli di business si stanno sviluppando e altri ne arriveranno, tuttavia il turismo non potrà mai essere sostituito dalla tecnologia, che anzi la sfrutta. Il turismo non teme il futuro, al contrario, lo sostiene e se ne avvantaggia, del resto un robot non potrà mai fare l’host di un bed and breakfast!


Prestito per arredamento in Sicilia

Prestito per arredamento in Sicilia

A primavera inoltra è usanza fare un bilancio della casa, i lavoretti da fare, il giardino e le poco amate pulizie “profonde”, quelle in cui si sposta di tutto mobili compresi. Ci sono annate poi che i mobili in parte vanno “rottamati”, anche se questo accade con minore frequenza negli ultimi anni. È comprensibile vista la situazione economica generale, tuttavia il prestito per arredamento in Sicilia è un’ottima soluzione per non trascurare la casa.

In altri casi è in arrivo la cicogna e occorre sistemare la stanza per il piccolo della famiglia, sono spese. Anche solo rinfrescare l’arredamento con qualche pezzo di mobilio sparso qua e la richiede risorse, che purtroppo a volte capita che non siano disponibili, almeno non nella quantità necessaria. Un aiuto concreto per non rinunciare a una casa in ordine e ben vivibile può essere dato solo da un prestito per arredamento in Sicilia come in altre Province.

La soluzione in un prestito agevolato

Sostituire o acquistare nuovo mobilio è davvero semplice, grazie ai prestiti agevolati è possibile con un’unica soluzione risolvere tutti i problemi, sia la liquidità sia l’acquisto dei mobili. Con un prestito dedicato ai dipendenti pubblici e statali mediante la cessione del quinto, si può ottenere il denaro entro pochi giorni dalla richiesta.

Non occorre alcuna motivazione se non dichiarare volontariamente lo scopo del prestito, ed è possibile richiedere fino a 15 o 30 mila Euro, cifre che sicuramente rappresentano una salvezza per i richiedenti in difficoltà. Il prestito per arredamento in Sicilia è rivolto a quanti hanno un impiego pubblico o statale, compreso il settore privato.

La casa più bella e confortevole non può attendere, la primavera è già iniziata ed è tempo di fare le pulizie in vista della bella stagione, cambiare i mobili quando è necessario, ridona nuova vita alla casa, ma anche ninfa vitale a chi poi la deve abitare.

Si cambia l’arredamento per rinnovare la casa

Come tutte le cose anche l’arredamento dopo un certo numero di anni mostra i suoi segni, magari è già in fase decadente con sportelli e piani rovinati, per una famiglia spesso monoreddito è difficile sforare il budget economico mensile. Il prestito per mobili in Sicilia rappresenta una delle migliori occasioni per farlo, sì cambiare tutto il vecchio arredamento che possediamo in casa per sostituirlo con mobili più moderni e funzionali.

La rinuncia non può essere mai una scelta, semmai è solo un limite che spesso ci auto-imponiamo, ma capita non di raro che si faccia non per mancanza di possibilità ma per perché non abbiamo informazioni, pensando che l’arredo della casa non possa essere finanziato. Un errore chiaramente.

La casa respira meglio se è bella da vivere, e pensare che il prestito per arredamento in Sicilia risolve tutto in un solo colpo, in pochissimo tempo si può richiedere e altrettanto rapidamente si può ottenere, quindi perché attendere?


Prestito dentista Palermo

Prestito dentista Palermo

Trascurare i denti compromette fortemente la qualità della vita, una bocca non sana crea problemi sia di natura fisica sia psicologici. Si riducono le relazioni sociali e molte persone entrano in una fase depressiva anche grave. Sistemare i denti è davvero imperativo, il prestito dentista Palermo è la migliore possibilità per correre ai ripari e tornare a sorridere.

Negli ultimi anni i siciliani che hanno rinunciato a molte cure anche importanti, comprese appunto quelle per i denti, sono cresciuti con numeri del tutto eccezionali, un fenomeno provocato dalla crisi ma soprattutto dall’incertezza per il futuro. Questo il motivo principale per cui i siciliani hanno trascurato le cure dentistiche, insicurezza e timore di non farcela, questo ha peggiorato inevitabilmente le cose!

La cura dei denti si può e si deve fare, una bocca non curata costringe a una cattiva masticazione e provoca molti problemi di salute. Socialmente avere i denti rovinati è un grande handicap, limita i rapporti con gli altri anche in ambito lavorativo e professionale.

Investire sulla salute offre sempre grandi ritorni

La salute è il bene più prezioso, star bene con se stessi e non avere ansie per via di un inestetismo facilmente risolvibile, come appunto i denti, conducono a un miglioramento personale e sociale. Si ha più sicurezza di sé e si ritrova il piacere di stare insieme con gli altri e si aprono le porte a nuove relazioni e possibilità.

Le possibilità vanno sempre colte, sono queste che migliorano e possono condizionare il futuro di ogni individuo, il prestito dentista Palermo è una di queste possibilità. Con il prestito dentista personale si può mettere fine al problema dei denti in modo definitivo, si può richiedere fino a 30 mila Euro con la cessione del quinto, per dipendenti pubblici e statali compresi i privati.

La salute è imprescindibile, la cosa più preziosa che possediamo, la cura dei denti rientra in questa specifica sfera molto importante della vita delle persone! Perdere l’occasione di avere una buona salute e il piacere di una bocca sana è un vero peccato, nessuno deve rinunciare a vivere una vita dignitosa.

Verso una vita migliore con il prestito dentista Palermo

Le vicissitudini della vita familiare in alcuni momenti non consentono spazi economici, così come anche il timore del futuro, quello di perdere il lavoro, l’ansia di non farcela. Tutte condizioni che non possiamo controllare, ma, in effetti, ci condizionano impedendoci così di fare azioni che sicuramente portano a condizioni migliori.

Cercare anche nuove opportunità di lavoro sarà più facile, quando abbiamo il controllo e la sicurezza delle nostre azioni niente e nessuno ci può fermare, dobbiamo solo riuscire a capire come uscirne.

Investire su se stessi non è mai sbagliato e il ritorno è sempre assicurato, chiedi il prestito dentista Palermo, cambia vita e sorridi!


Prestito rottamazione cartelle Equitalia

Prestito rottamazione cartelle Equitalia

Il successo di questa iniziativa è stato ampio e probabilmente oltre ogni previsione, per questo motivo molti sono rimasti fuori da questa possibilità. La rottamazione delle cartelle per tanti debitori nei confronti dell’Ente di riscossione rappresenta un’occasione per ripianare debiti e sanare posizioni latenti ormai insopportabili.

Il periodo è stato molto favorevole anche per quanti hanno richiesto il prestito rottamazione cartelle Equitalia, favoriti dagli ottimi tassi d’interesse e da una maggiore facilità di accesso al credito. Infatti, per le famiglie italiane ingabbiate nei debiti di varie cartelle, rappresenta un’occasione davvero unica per eliminare queste fastidiose pendenze che opprimono e irrompono nella quiete familiare portando scompiglio.

Presto una seconda fase per la rottamazione

Come abbiamo visto nelle settimane scorse, la gente era in fila per ore in attesa di accedere agli uffici dell’Ente per vagliare la propria posizione, davvero un successo oltre ogni immaginazione che, molto probabilmente si ripeterà.

Probabile si ripeta entro il prossimo autunno, ma non è escluso si faccia anche prima, infatti, alcune associazioni che si occupano dei consumatori, hanno avanzato alcune richieste alle istituzioni affinché sia garantito a tutti il diritto alla rottamazione delle cartelle.

Difficile sapere per ora la data esatta, quello che invece è sicuro è che la nuova rottamazione quasi certamente si farà, sono rimasti esclusi da quest’opportunità troppi cittadini che speravano di scrollarsi di dosso Equitalia, per questo motivo alcuni hanno già provveduto a inoltrare le richieste per il prestito rottamazione cartelle Equitalia.

Il prestito Equitalia per i dipendenti statali

I dipendenti statali possono fare richiesta per il prestito e ottenerlo in pochi giorni, grazie alla cessione del quinto dello stipendio l’accesso al credito è facilitato, in base alle proprie necessità si possono richiedere fino a 30 mila Euro da rimborsare in 120 comode scadenze mensili da 356 Euro.

Si è parlato di chiusura di Equitalia più volte in questi ultimi mesi, tuttavia poi la proposta si è vaporizzata, è bene non farsi troppe illusioni, il fatto che forse chiuderanno l’Ente non vuol dire che spariranno i debiti. La chiameranno con un altro nome e farà esattamente le stesse cose fin qui fatte da Equitalia, quindi alla prossima rottamazione forse è bene non perdere l’occasione di chiudere ogni contenzioso.

Rottamare per vivere senza ansie!

Le code negli uffici dell’Ente di riscossione hanno evidenziato un aspetto importante, in altre parole che oltre i vantaggi economici per il risparmio sugli interessi e tagli dei costi, l’altro dato interessante è che la gente aveva fretta e voglia di eliminare il problema Equitalia, motivo di ansie per molte famiglie specie con l’attuale crisi economica.

Per questo gli italiani pur di eliminare definitivamente le insidiose cartelle, hanno scelto la via del prestito rottamazione cartelle Equitalia, con la certezza di essere debitori solo nei confronti di un’entità e soprattutto di poter pagare una rata comoda senza troppi impegni.

Equitalia non piace agli italiani, non vanno mai volentieri negli uffici, ma per la rottamazione hanno fatto code e atteso per ore, segno che il desiderio di eliminare ogni “legame” con l’Ente è fortissimo!


Prestito matrimoniale per dipendenti statali

Prestito matrimoniale per dipendenti statali

Un tempo era consuetudine nelle famiglie italiane programmare la dote per la figlia in previsione del matrimonio. In un certo senso era un piccolo capitale grazie al quale la neo coppia poteva sposarsi senza dover spendere dei soldi per il corredo e gli accessori affini.

Oggi non è più neppure pensabile una cosa di questo tipo, che seppur romantica la dote, non ha il valore che poteva avere 50 anni fa, oggi in piena era di consumo di massa il corredo ha un costo almeno 10 volte inferiore in proporzione al valore dell’epoca.

Le esigenze matrimoniali sono molto diverse, lo stile vita ed anche la casa hanno connotazioni non paragonabili anche solo a venti anni fa, per cui le spese da sostenere per unirsi in matrimonio sono diverse, per questo motivo il prestito matrimoniale per dipendenti statali può diventare risolutivo e contribuire a quella “dote” moderna necessaria per le coppie di sposini.

Il ricevimento e l’abito della sposa

Se le lenzuola non sono più una spesa da sostenere, non si può dire la stessa cosa per l’organizzazione, il ricevimento e soprattutto l’abito della sposa, tutte cose imprescindibili per qualunque matrimonio, che anche se modesto occorre sempre sostenere dei costi non proprio popolari. Il prestito matrimoniale per dipendenti statali offre in un solo colpo la soluzione definitiva al problema, si possono chiedere fino a 30 mila Euro da rimborsare in comode rate.

Questa cifra in molti matrimoni è stata sufficiente per l’acquisto dell’abito nuziale di entrambi gli sposi, per il ricevimento, gli addobbi ecc … e la parte restante del prestito ha consentito a molti sposi di acquistare gran parte del mobilio per la nuova casa.

La dote in un prestito matrimoniale per dipendenti statali

Quello che un tempo era compito delle famiglie con la dote, in altre parole acquistare biancheria, stoviglie e altre cose utili per la casa, è stato sostituito dalla disponibilità di acquisto di altre particolarità matrimoniali.

Molto spesso si pianifica il matrimonio considerando nel complesso ogni aspetto, le coppie moderne in genere sanno quanto effettivamente dovranno spendere per sposarsi, dalle fedi nuziali ai confetti, questo semplifica ed evita sorprese che possono mettere in difficoltà le giovani coppie.

Siamo nell’epoca del “low cost”, questo vale anche per il matrimonio ma anche volendo spendere poco siamo sempre oltre i 10 mila Euro, che ovviamente disponibili non lo sono quasi mai.

La soluzione può esser data da un unico prestito matrimoniale per dipendenti statali, rimborsabile con 179 Euro al mese sulla base di un prestito da 15 mila Euro, cifra che considerando i costi attuali consente di organizzare un gran bel matrimonio, del resto ci si sposa una volta sola!