Prestito per arredamento in Sicilia

Prestito per arredamento in Sicilia

A primavera inoltra è usanza fare un bilancio della casa, i lavoretti da fare, il giardino e le poco amate pulizie “profonde”, quelle in cui si sposta di tutto mobili compresi. Ci sono annate poi che i mobili in parte vanno “rottamati”, anche se questo accade con minore frequenza negli ultimi anni. È comprensibile vista la situazione economica generale, tuttavia il prestito per arredamento in Sicilia è un’ottima soluzione per non trascurare la casa.

In altri casi è in arrivo la cicogna e occorre sistemare la stanza per il piccolo della famiglia, sono spese. Anche solo rinfrescare l’arredamento con qualche pezzo di mobilio sparso qua e la richiede risorse, che purtroppo a volte capita che non siano disponibili, almeno non nella quantità necessaria. Un aiuto concreto per non rinunciare a una casa in ordine e ben vivibile può essere dato solo da un prestito per arredamento in Sicilia come in altre Province.

La soluzione in un prestito agevolato

Sostituire o acquistare nuovo mobilio è davvero semplice, grazie ai prestiti agevolati è possibile con un’unica soluzione risolvere tutti i problemi, sia la liquidità sia l’acquisto dei mobili. Con un prestito dedicato ai dipendenti pubblici e statali mediante la cessione del quinto, si può ottenere il denaro entro pochi giorni dalla richiesta.

Non occorre alcuna motivazione se non dichiarare volontariamente lo scopo del prestito, ed è possibile richiedere fino a 15 o 30 mila Euro, cifre che sicuramente rappresentano una salvezza per i richiedenti in difficoltà. Il prestito per arredamento in Sicilia è rivolto a quanti hanno un impiego pubblico o statale, compreso il settore privato.

La casa più bella e confortevole non può attendere, la primavera è già iniziata ed è tempo di fare le pulizie in vista della bella stagione, cambiare i mobili quando è necessario, ridona nuova vita alla casa, ma anche ninfa vitale a chi poi la deve abitare.

Si cambia l’arredamento per rinnovare la casa

Come tutte le cose anche l’arredamento dopo un certo numero di anni mostra i suoi segni, magari è già in fase decadente con sportelli e piani rovinati, per una famiglia spesso monoreddito è difficile sforare il budget economico mensile. Il prestito per mobili in Sicilia rappresenta una delle migliori occasioni per farlo, sì cambiare tutto il vecchio arredamento che possediamo in casa per sostituirlo con mobili più moderni e funzionali.

La rinuncia non può essere mai una scelta, semmai è solo un limite che spesso ci auto-imponiamo, ma capita non di raro che si faccia non per mancanza di possibilità ma per perché non abbiamo informazioni, pensando che l’arredo della casa non possa essere finanziato. Un errore chiaramente.

La casa respira meglio se è bella da vivere, e pensare che il prestito per arredamento in Sicilia risolve tutto in un solo colpo, in pochissimo tempo si può richiedere e altrettanto rapidamente si può ottenere, quindi perché attendere?


Prestito dentista Palermo

Prestito dentista Palermo

Trascurare i denti compromette fortemente la qualità della vita, una bocca non sana crea problemi sia di natura fisica sia psicologici. Si riducono le relazioni sociali e molte persone entrano in una fase depressiva anche grave. Sistemare i denti è davvero imperativo, il prestito dentista Palermo è la migliore possibilità per correre ai ripari e tornare a sorridere.

Negli ultimi anni i siciliani che hanno rinunciato a molte cure anche importanti, comprese appunto quelle per i denti, sono cresciuti con numeri del tutto eccezionali, un fenomeno provocato dalla crisi ma soprattutto dall’incertezza per il futuro. Questo il motivo principale per cui i siciliani hanno trascurato le cure dentistiche, insicurezza e timore di non farcela, questo ha peggiorato inevitabilmente le cose!

La cura dei denti si può e si deve fare, una bocca non curata costringe a una cattiva masticazione e provoca molti problemi di salute. Socialmente avere i denti rovinati è un grande handicap, limita i rapporti con gli altri anche in ambito lavorativo e professionale.

Investire sulla salute offre sempre grandi ritorni

La salute è il bene più prezioso, star bene con se stessi e non avere ansie per via di un inestetismo facilmente risolvibile, come appunto i denti, conducono a un miglioramento personale e sociale. Si ha più sicurezza di sé e si ritrova il piacere di stare insieme con gli altri e si aprono le porte a nuove relazioni e possibilità.

Le possibilità vanno sempre colte, sono queste che migliorano e possono condizionare il futuro di ogni individuo, il prestito dentista Palermo è una di queste possibilità. Con il prestito dentista personale si può mettere fine al problema dei denti in modo definitivo, si può richiedere fino a 30 mila Euro con la cessione del quinto, per dipendenti pubblici e statali compresi i privati.

La salute è imprescindibile, la cosa più preziosa che possediamo, la cura dei denti rientra in questa specifica sfera molto importante della vita delle persone! Perdere l’occasione di avere una buona salute e il piacere di una bocca sana è un vero peccato, nessuno deve rinunciare a vivere una vita dignitosa.

Verso una vita migliore con il prestito dentista Palermo

Le vicissitudini della vita familiare in alcuni momenti non consentono spazi economici, così come anche il timore del futuro, quello di perdere il lavoro, l’ansia di non farcela. Tutte condizioni che non possiamo controllare, ma, in effetti, ci condizionano impedendoci così di fare azioni che sicuramente portano a condizioni migliori.

Cercare anche nuove opportunità di lavoro sarà più facile, quando abbiamo il controllo e la sicurezza delle nostre azioni niente e nessuno ci può fermare, dobbiamo solo riuscire a capire come uscirne.

Investire su se stessi non è mai sbagliato e il ritorno è sempre assicurato, chiedi il prestito dentista Palermo, cambia vita e sorridi!


Prestito rottamazione cartelle Equitalia

Prestito rottamazione cartelle Equitalia

Il successo di questa iniziativa è stato ampio e probabilmente oltre ogni previsione, per questo motivo molti sono rimasti fuori da questa possibilità. La rottamazione delle cartelle per tanti debitori nei confronti dell’Ente di riscossione rappresenta un’occasione per ripianare debiti e sanare posizioni latenti ormai insopportabili.

Il periodo è stato molto favorevole anche per quanti hanno richiesto il prestito rottamazione cartelle Equitalia, favoriti dagli ottimi tassi d’interesse e da una maggiore facilità di accesso al credito. Infatti, per le famiglie italiane ingabbiate nei debiti di varie cartelle, rappresenta un’occasione davvero unica per eliminare queste fastidiose pendenze che opprimono e irrompono nella quiete familiare portando scompiglio.

Presto una seconda fase per la rottamazione

Come abbiamo visto nelle settimane scorse, la gente era in fila per ore in attesa di accedere agli uffici dell’Ente per vagliare la propria posizione, davvero un successo oltre ogni immaginazione che, molto probabilmente si ripeterà.

Probabile si ripeta entro il prossimo autunno, ma non è escluso si faccia anche prima, infatti, alcune associazioni che si occupano dei consumatori, hanno avanzato alcune richieste alle istituzioni affinché sia garantito a tutti il diritto alla rottamazione delle cartelle.

Difficile sapere per ora la data esatta, quello che invece è sicuro è che la nuova rottamazione quasi certamente si farà, sono rimasti esclusi da quest’opportunità troppi cittadini che speravano di scrollarsi di dosso Equitalia, per questo motivo alcuni hanno già provveduto a inoltrare le richieste per il prestito rottamazione cartelle Equitalia.

Il prestito Equitalia per i dipendenti statali

I dipendenti statali possono fare richiesta per il prestito e ottenerlo in pochi giorni, grazie alla cessione del quinto dello stipendio l’accesso al credito è facilitato, in base alle proprie necessità si possono richiedere fino a 30 mila Euro da rimborsare in 120 comode scadenze mensili da 356 Euro.

Si è parlato di chiusura di Equitalia più volte in questi ultimi mesi, tuttavia poi la proposta si è vaporizzata, è bene non farsi troppe illusioni, il fatto che forse chiuderanno l’Ente non vuol dire che spariranno i debiti. La chiameranno con un altro nome e farà esattamente le stesse cose fin qui fatte da Equitalia, quindi alla prossima rottamazione forse è bene non perdere l’occasione di chiudere ogni contenzioso.

Rottamare per vivere senza ansie!

Le code negli uffici dell’Ente di riscossione hanno evidenziato un aspetto importante, in altre parole che oltre i vantaggi economici per il risparmio sugli interessi e tagli dei costi, l’altro dato interessante è che la gente aveva fretta e voglia di eliminare il problema Equitalia, motivo di ansie per molte famiglie specie con l’attuale crisi economica.

Per questo gli italiani pur di eliminare definitivamente le insidiose cartelle, hanno scelto la via del prestito rottamazione cartelle Equitalia, con la certezza di essere debitori solo nei confronti di un’entità e soprattutto di poter pagare una rata comoda senza troppi impegni.

Equitalia non piace agli italiani, non vanno mai volentieri negli uffici, ma per la rottamazione hanno fatto code e atteso per ore, segno che il desiderio di eliminare ogni “legame” con l’Ente è fortissimo!


Prestito matrimoniale per dipendenti statali

Prestito matrimoniale per dipendenti statali

Un tempo era consuetudine nelle famiglie italiane programmare la dote per la figlia in previsione del matrimonio. In un certo senso era un piccolo capitale grazie al quale la neo coppia poteva sposarsi senza dover spendere dei soldi per il corredo e gli accessori affini.

Oggi non è più neppure pensabile una cosa di questo tipo, che seppur romantica la dote, non ha il valore che poteva avere 50 anni fa, oggi in piena era di consumo di massa il corredo ha un costo almeno 10 volte inferiore in proporzione al valore dell’epoca.

Le esigenze matrimoniali sono molto diverse, lo stile vita ed anche la casa hanno connotazioni non paragonabili anche solo a venti anni fa, per cui le spese da sostenere per unirsi in matrimonio sono diverse, per questo motivo il prestito matrimoniale per dipendenti statali può diventare risolutivo e contribuire a quella “dote” moderna necessaria per le coppie di sposini.

Il ricevimento e l’abito della sposa

Se le lenzuola non sono più una spesa da sostenere, non si può dire la stessa cosa per l’organizzazione, il ricevimento e soprattutto l’abito della sposa, tutte cose imprescindibili per qualunque matrimonio, che anche se modesto occorre sempre sostenere dei costi non proprio popolari. Il prestito matrimoniale per dipendenti statali offre in un solo colpo la soluzione definitiva al problema, si possono chiedere fino a 30 mila Euro da rimborsare in comode rate.

Questa cifra in molti matrimoni è stata sufficiente per l’acquisto dell’abito nuziale di entrambi gli sposi, per il ricevimento, gli addobbi ecc … e la parte restante del prestito ha consentito a molti sposi di acquistare gran parte del mobilio per la nuova casa.

La dote in un prestito matrimoniale per dipendenti statali

Quello che un tempo era compito delle famiglie con la dote, in altre parole acquistare biancheria, stoviglie e altre cose utili per la casa, è stato sostituito dalla disponibilità di acquisto di altre particolarità matrimoniali.

Molto spesso si pianifica il matrimonio considerando nel complesso ogni aspetto, le coppie moderne in genere sanno quanto effettivamente dovranno spendere per sposarsi, dalle fedi nuziali ai confetti, questo semplifica ed evita sorprese che possono mettere in difficoltà le giovani coppie.

Siamo nell’epoca del “low cost”, questo vale anche per il matrimonio ma anche volendo spendere poco siamo sempre oltre i 10 mila Euro, che ovviamente disponibili non lo sono quasi mai.

La soluzione può esser data da un unico prestito matrimoniale per dipendenti statali, rimborsabile con 179 Euro al mese sulla base di un prestito da 15 mila Euro, cifra che considerando i costi attuali consente di organizzare un gran bel matrimonio, del resto ci si sposa una volta sola!


Prestito ristrutturazione Palermo, per investire nel turismo

Prestito ristrutturazione Palermo, per investire nel turismo

Il settore turistico è in fortissima ascesa, soprattutto grazie alla nuova offerta degli alloggi negli appartamenti turistici, il prestito ristrutturazione Palermo è indirizzato anche a quanti vogliono sistemare la seconda casa in città, ma non vogliono sentirne il peso.

La richiesta d’immobili da destinare come appartamenti turistici, ha stimolato il settore immobiliare che è cresciuto nell’arco del 2016 e probabilmente quest’anno replicherà lo stesso andamento. Si tratta di un’occasione che le città turistiche italiane hanno come opportunità di sviluppo sia per il settore edile che grazie a questo può uscire dal pantano, ma anche per tutto l’indotto legato al turismo, quindi servizi e commercio al dettaglio.

Palermo è una di queste città, la sua vocazione è palesemente turistica, infatti, portali come Airbnb ha visto crescere la presenza di appartamenti e camere offerte sulla città con cifre che hanno raddoppiato in soli 3 anni. Un segno che gli immobili almeno in alcune aree possono ancora avere un valore e produrre rendita, in questo caso molto più congeniale ai proprietari che possono entrare in possesso degli immobili quando vogliono e senza problemi.

Un aiuto concreto con il prestito personale Palermo ai proprietari di immobili

Avere anche un piccolo immobile nel centro della città vuol dire avere una piccola rendita garantita, sono sufficienti 25/30 mq per offrire una sistemazione turistica per due o una piccola famiglia.

Con il prestito personale Palermo si possono fare tutti quei lavori di restauro e sistemazione di questi piccoli immobili ad alto potenziale, il finanziamento personale fino a 15 mila Euro è sicuramente un buon aiuto concreto per mettere in ordine un piccolo alloggio di queste dimensioni, rendendolo appetibile anche al turista più sofisticato.

Grazie alla Rete e alle nuove tecnologie si potrà mettere a disposizione dei turisti per iniziare ad avere da subito un reddito e un rientro immediato dell’investimento, in pratica si ripaga da solo.

Le opportunità che generano altre opportunità

Sicuramente il prestito personale Palermo grazie alla sua natura è l’occasione di molti proprietari di immobili per sfruttare questo momento turistico favorevole, ristrutturare un appartamento per il mercato degli affitti turistici è un investimento a zero impegni.

Il volume degli affitti turistici a Palermo è cresciuto sensibilmente, spesso la domanda ha superato l’offerta, giusto per avere un’idea di come stanno andando le cose.

Palermo è comunque un investimento a rischio zero anche per chi compra nuovi immobili da destinare come appartamenti turistici, il ritorno sul lungo termine è garantito e che si tratti di acquisto o ristrutturazione, si auto-ripaga, a volte ascoltare il mercato può essere di grande aiuto per interpretare il futuro.


Prestiti Palermo per dipendenti pubblici

Prestiti Palermo per dipendenti pubblici

Dicono gli economisti di lunghe vedute che la crisi, che ci attanaglia da quasi un decennio ci sta abbandonando, anche se per dirla tutta nessuno, ne sentirà la mancanza, anzi, tuttavia poi nella vita di tutti i giorni si tasta il polso della realtà e ci si accorge che nulla è cambiato e spesso in molte realtà le cose sono anche peggiorate.

Questo per dire che molte famiglie che nel periodo pre-crisi stavano bene, e in molti casi erano due gli stipendi e ci scappava anche il mutuo per la casa, con la crisi hanno visto dimezzarsi le entrate a causa della perdita del posto di lavoro di uno dei due coniugi, per cui le cose sono cambiate decisamente in peggio, questo è successo più spesso di quanto non s’immagini!

prestiti Palermo e provincia per i dipendenti pubblici, in questi ultimi tempi hanno consentito a molte famiglie di riequilibrare gli assetti economici domestici, pagando bollette arretrate, conti del meccanico, rate scadute dell’affitto o del mutuo e in molti casi la spesa alimentare, un prestito in questi casi si rivela salvifico e rimette a posto le cose dando respiro e possibilità di trovare nuovi sbocchi lavorativi al coniuge senza impiego.

Lo chiamiamo prestito ma spesso vuol dire aiuto

Per questo i prestiti Palermo città e provincia sono in crescita, situazioni che nel tempo si sono deteriorate nell’attesa di un cambiamento che mai è arrivato in 10 anni, e ora i siciliani hanno compreso che il tempo delle attese è finito e devono agire.

Purtroppo in molti casi è tardi, l’attesa ha prodotto debiti che occorre ripianare per iniziare di nuovo con le idee chiare e con la serenità necessaria per affrontare nuove sfide.

Una situazione economica zoppicante non porta che a un avvitamento dal quale non se ne esce sani, per questo i prestiti Palermoper dipendenti pubblici sono una delle soluzioni possibili per uscire dal pantano economico, per emergere e avere nuove opportunità di lavoro o anche solo per ritrovare tranquillità economica.

Perché chiedere prestiti Palermo è la soluzione?

Se in una famiglia uno dei due coniugi è un dipendente pubblico, può attingere a un prestito fino a 15 mila Euro, ripagabili comodamente con un quinto dello stipendio, quindi comode rate e una somma subito disponibile per risolvere tutte quelle incombenze che pendono sulla famiglia da troppo tempo.

Chiedere prestiti in questo momento a Palermo, città colpita dalla crisi come poche altre in Sicilia, è abbastanza consueto, anche se le banche purtroppo in difficoltà non sono sempre disponibili a concederne, per questo motivo istituti finanziari come il Gruppo Santamaria funge da complemento alle banche in questo tempo sicuramente non facile, sostenendo una missione con i prestiti Palermo che va oltre il normale servizio finanziario, si tratta in questo caso di puro sostegno sociale!


Convenzione INPS pensionati, prestiti più vantaggiosi

Convenzione INPS pensionati, prestiti più vantaggiosi

Entro la fine di questo mese è prevista una nuova convenzione che il Gruppo Santamaria stipulerà con l’Ente previdenziale, quest’accordo prevede un’ulteriore riduzione del tasso d’interesse.

Si tratta di una nuova offerta specificatamente dedicata ai pensionati INPS, che potranno attingere ai nuovi prestiti con tassi molto più vantaggiosi rispetto agli attuali, questo in un’ottica di rilancio sociale della Sicilia, ogni sforzo fatto in questa direzione porta sempre degli enormi vantaggi a intere comunità.

Un ribasso del tasso d’interesse specie per chi vive di pensione e non ha altre entrate mensili, vuol dire avere una rata più bassa e quindi un impegno meno gravoso per il rimborso del prestito, la convenzione INPS pensionati è un’occasione per ottenere liquidità immediata e rate da rimborsare su misura per ogni necessità e capacità di rimborso.

Per cosa chiedere il prestito agevolato

Sostanzialmente non ci sono limiti né motivazioni da specificare, i pensionati INPS possono richiedere il prestito agevolato e usarlo per acquistare qualunque cosa, che sia il mobilio, un’auto nuova, ristrutturare la casa, fare un viaggio o finanziare una cura come potrebbe essere il dentista.

Coloro che hanno necessità di reperire fondi, con la nuova convenzione INPS pensionati potranno farlo favorevolmente con un tasso d’interesse più basso e una rata da ripagare ridotta, il prestito può essere richiesto fino a un’età massima di 80, con somme variabili da alcune migliaia di Euro fino a 15.000.

Un supporto in più con la convenzione INPS pensionati

In questo momento non sono molte le occasioni che i pensionati hanno per chiedere un prestito, specie dopo la crisi del 2008 molti istituti hanno ridotto questo tipo di prestiti, quest’offerta dal Gruppo Santamaria è senz’altro una buona occasione per avere un prestito senza complicazioni e in tempi brevi.

Per ottenere il prestito non occorre offrire garanzie o altro, si tratta di un prestito agevolato grazie al quale il solo requisito necessario è quello di essere un pensionato INPS, per il resto non occorre produrre altro.

Una possibilità per l’anello debole della società

Offrire un prestito a pensionati INPS vuol dire andare incontro alle loro esigenze, infatti, non è raro che molti non possano prendersi cura della loro salute a causa della mancanza di fondi, grazie a questa nuova convenzione tutti quelli che vorranno potranno chiedere i dettagli direttamente ai responsabili del Gruppo Santamaria, sicuri di ottenere il prestito necessario in pochissimi giorni!


Prestito agevolato Sicilia 2017

Prestito agevolato Sicilia 2017

È una delle forme di finanziamento più convenienti al momento disponibile, il prestito agevolato Sicilia per l’anno in corso è rivolto a tutte quelle persone che hanno bisogno di liquidità per diverse esigenze.

Per la Regione Sicilia il Gruppo Santamaria offre varie soluzioni per finanziare le famiglie e singoli, in genere si tratta di un prestito inquadrato nella “cessione del quinto”, che in sostanza vuol dire avere un impiego a tempo indeterminato per accedere alle agevolazioni previste dal prestito agevolato Sicilia 2017.

Tante esigenze una soluzione

Per quanto possiamo pianificare e fare attenzione in tutto quel che facciamo, quello che comunemente chiamiamo imprevisto è sempre in agguato e non sappiamo mai quanto si manifesterà. Può capitare che l’auto si guasti e non convenga ripararla, ed è la stessa auto con la quale andiamo al lavoro, ecco quindi una buona motivazione per chiedere il prestito personale.

Oppure siamo nel bel mezzo di una causa di divorzio, situazione che mai avremmo voluto affrontare e ci troviamo a sostenere spese che possono realmente metterci in difficoltà.

Oppure dobbiamo sistemare la casa ma sono necessari soldi che non abbiamo a disposizione eppure la casa ha bisogno d’interventi urgenti, ecco, tutti questi sono motivi per i quali il prestito agevolato Sicilia 2017 è perfetto, con un colpo solo si risolvono senza il peso di un rimborso oneroso.

Prendi il prestito agevolato Sicilia e lo rimborsi comodamente in piccole rate

Un altro dei vantaggi oltre a quello dei tassi competitivi, è sicuramente il rimborso in piccole rate, considerando la cessione del quinto e un rimborso fino a 120 rate, possiamo dire che si tratta di una soluzione davvero molto conveniente, se poi consideriamo che sia anche di facile erogazione il quadro è completo e non occorre aggiungere altro.

Per questo genere di prestiti non è richiesta alcuna finalizzazione, questo vuol dire che non occorre motivare la finalità del prestito, quindi la somma può essere chiesta come prestito personale e poi usarla per la soluzione di una o più incombenze, a magari per fare degli acquisti multipli, come ad esempio la nuova auto e la Tv per la casa.

Sicuramente una soluzione ideale per quanti “vorrebbero, ma non possono”, in questo caso per tutti il prestito agevolato Sicilia 2017 è potenzialmente risolutivo di tutta una serie di necessità che magari come spesso capita, sono in attesa di soluzione già da qualche tempo, quindi prima che deteriori ulteriormente meglio pianificare una via d’uscita davvero facile!


Prestiti dipendenti statali le agevolazioni facili

Prestiti dipendenti statali le agevolazioni facili

Spesso capitano spese impreviste che possono scombinare il buon equilibrio economico familiare, in questo caso una possibile soluzione per non ritrovarsi in serie difficoltà, può essere quella di chiedere uno dei prestiti dipendenti statali agevolati.

La scelta di finanziare una spesa imprevista con un prestito agevolato, è quella più comoda che consente di rimediare in un’unica soluzione a un’empasse economica, attingere a un finanziamento di questo tipo è facile e veloce, si possono ottenere i fondi in tempi rapidi e certi.

Rate piccole anche per cifre importanti, i prestiti dipendenti statali arrivano a erogare fino a 15.000 Euro con tassi molto favorevoli, rimborsabili in 120 rate da 179 Euro al mese, con un TAN del 6,71% e TAEG del 7,90%, una soluzione abbordabile comoda e conveniente.

L’auto nuova o il viaggio da tempo atteso

Chiaramente si possono chiedere prestiti per ogni tipo di necessità e non necessariamente per “fatalità” o incidenti economici di percorso, ad esempio si può chiedere un prestito per acquistare una nuova auto, magari quella che abbiamo sempre sognato, oppure per fare quel viaggio che è stato rimandato troppe volte per via del lavoro o della mancanza di disponibilità.

Questi prestiti dipendenti statali sono la soluzione per tutte queste finalità di spesa, è davvero un peccato privarsi di quelle piccole cose che desideriamo da tanto, la vita deve essere vissuta, a volte per renderla davvero degna occorre prendersi cura di se stessi, che sia la macchina, il viaggio piuttosto che la nuova cucina sono piccole cose che rendono davvero grande la vita di ogni individuo, il tutto poi grazie ad una rata mensile davvero piccina!

Perché aspettare ancora quando puoi farlo oggi

Molte persone hanno rimandato l’acquisto dell’auto pensando di farlo in tempi migliori, nel frattempo la vecchia auto l’hanno dovuta riparare più volte spendendo anche molti soldi, che facendo due conti di quanto speso, in molti casi arrivano a essere pari al costo di una piccola rata mensile da pagare per un’auto nuova per un anno intero!

Che cosa vuol dire questo? Semplicemente che l’austerity non paga e non risolve i problemi economici tanto di uno Stato quanto di una famiglia, ma che al contrario li aggrava, una nuova auto avrebbe consentito un risparmio anche del carburante, quindi un’ulteriore convenienza, accedere ai prestiti dipendenti statali consente di usufruire di condizioni e agevolazioni dedicate alla categoria.

La qualità della vita migliora anche grazie ai prestiti dipendenti statali

Quando evitiamo di investire sulla casa e su tutte quelle soluzioni che nell’insieme migliorano la qualità della vita, non facciamo altro che rinunciare davvero a vivere bene, e spesso vivere bene offre delle possibilità di guadagno implicite al nostro stesso investimento, perché tutti sappiamo che l’economia è florida quando è circolare!


Prestiti Regione Sicilia: il supporto per la rottamazione

Prestiti Regione Sicilia: il supporto per la rottamazione

È da pochi giorni scaduto il termine ultimo per la presentazione della rottamazione delle cartelle esattoriali, esattamente il 21 aprile, si è chiuso il ciclo grazie al quale i debitori potevano regolarizzarsi con l’agente di riscossione e rientrare del debito senza pagare sanzioni ne interessi aggiuntivi.

Una buona occasione per togliersi il “fiato sul collo” di Equitalia, infatti, sono state moltissime le persone che hanno deciso di approfittare di questa iniziativa di apertura nei confronti degli italiani indebitati con l’Ente di riscossione!

Per quanto riguarda la Sicilia, i dati rispecchiano l’andamento nazionale, infatti, in molti hanno colto l’occasione per appianare i debiti, ad esempio i prestiti Regione Sicilia hanno avuto un incremento proprio nei giorni in cui questa disposizione era operativa.

Un successo non completato che forse si ripeterà

La possibilità di “rinegoziare” i debiti personali con Equitalia è stata un successo, le code che ogni giorno si sono formate davanti agli uffici dell’Ente, ne sono state la prova concreta di quanto quest’opzione abbia trovato il favore di molti siciliani, che pur pagando un interesse, anche se favorevole, hanno preferito prendere prestiti a Catania e in tutte le altre Province per scrollarsi di dosso un debito spesso assillante.

Purtroppo nonostante un successo che ha sorpreso un po’ tutti, sono moltissime le famiglie e singoli che pur avendone le intenzioni non sono riusciti a presentare la richiesta in tempo utile, una grossa fetta degli italiani è rimasta fuori da quest’opportunità di chiudere i sospesi con Equitalia.

Probabilmente questo sarà il motivo per cui l’operazione è plausibile che si ripeterà, quindi i prestiti Regione Sicilia vedranno di nuovo una grande affluenza di richieste, ed è anche possibile che molti lo faranno preventivamente in vista di una nuova possibile occasione per rottamare i debiti.

Quanto possono aiutare i prestiti Regione Sicilia per rottamare i debiti?

Il supporto di un prestito agevolato può essere davvero risolutivo di una situazione pendente quando fastidiosa, infatti, chi ha “rottamato Equitalia” spesso non l’ha fatto per l’entità del debito poiché tale, ma soprattutto per non avere più alcuna pendenza con l’Ente di riscossione che notoriamente provoca “ansia”.

Semplicemente un’occasione per eliminare un debitore istituzionale sostituendolo con un finanziamento rimborsabile comodamente e molto meno stressante da trattare, questi sono i motivi principali del successo, ovviamente conta anche il valore dello sconto fatto sul rimborso senza interessi, per cui le chiavi interpretative della grande affluenza sono queste, che se vogliamo, anche se non sono vitali, sostanzialmente fanno vivere meglio!