Superbonus 110%: come funziona e come ottenerlo

Il Superbonus 110% è il nuovo incentivo previsto dal Decreto Legge Rilancio che consente di ottenere una riduzione fiscale del 110% per lavori di riqualificazione energetica e sismica effettuati entro il 30 giugno 2022. Scopriamo come funziona nel dettaglio.

Il super bonus del 110% comprende due tipologie di misure:

  • il Super Ecobonus, il quale incoraggia i lavori di miglioramento dell’efficienza energetica;
  • il Super Sismabonus che promuove i lavori antisismici.

Pertanto, si potrà beneficiare di una detrazione del 110% dei costi sostenuti per queste tipologie di interventi sia come privati che come condomini.

 

Superbonus 110%: gli interventi “trainanti” per accedere al bonus

Il Superbonus 110% prevede una detrazione fiscale del 110% per coloro che ristrutturano vecchi edifici (e quindi non sono incluse strutture costruite ex novo), con l’obiettivo primario di migliorarne l’efficienza energetica.

I lavori che si andranno ad effettuare, rinominati trainanti come da decreto legge, saranno, nello specifico:

  • Isolamento termico;
  • sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale;
  • riduzione del rischio sismico (il cosiddetto Sismabonus 110%).
  • La detrazione 110% includerà sia le abitazioni private, sia interi appartamenti.

 

Chi può utilizzare il superbonus 110% nel 2021?

Il Superbonus 110% sarà valido per tutti i contribuenti che apporteranno nelle proprie strutture abitative un miglioramento per quanto concerne il consumo energetico.

Per quanto riguarda, invece, l’ambito soggettivo del superbonus, la detrazione potenziata riguarda:

  • persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, arti o professioni, per un massimo di due unità immobiliari, ferma la detrazione riconosciuta per interventi su parti comuni di condomini;
  • condomini (sia interventi trainanti che interventi trainati);
  • IACP (istituti autonomi di case popolari);
  • associazioni e società sportive dilettantistiche, limitatamente ad unità immobiliari adibiti a spogliatoi.

Per poter beneficiare del superbonus, una persona fisica deve possedere o detenere l’immobile a qualsiasi titolo (contratto di locazione o comodato d’uso). Ha diritto alla detrazione anche il coniuge o la persona che convive con il proprietario dell’immobile in cui verranno effettuati i lavori (a patto che paghi anche lui le spese inerenti ai lavori).

 

Quali sono i requisiti per ottenere il Superbonus?

Per ottenere la detrazione fiscale è importante che i vari progetti lavorativi possano garantire miglioramenti di almeno due classi energetiche (ove possibile), come dalla D alla B.

Se questo salto non si raggiunge, deve essere comunque garantito il livello di energia più alto. Pertanto, se si è in posizione A3 si può usufruire del bonus raggiungendo il livello A4.

Questo passaggio deve essere confermato da un attestato di prestazione energetica siglato da un tecnico qualificato.

Per utilizzare il superbonus è necessario eseguire uno dei lavori trainanti che potranno includere nel bonus anche altri lavori nominati trainati, considerando sempre il salto superiore di due classi energetiche.

 

Le tre modalità per ottenere il Superbonus 110%

I contribuenti possono utilizzare le agevolazioni del Superbonus scegliendo una tra le seguenti opzioni:

  • Sconto su fattura
  • Cessione del credito
  • Detrazione fiscale

 

Sconto in fattura

Il primo passo per utilizzare il superbonus 110% è lo sconto in fattura.

In questo modo, l’impresa che effettuerà i lavori di riqualificazione energetica anticiperà l’importo che poi recupererà sotto forma di credito d’imposta, in quote annuali di pari importo.

Questa soluzione è molto utile quando il reddito di una persona è così basso da non poter beneficiare di tutta la detrazione

 

Cessione del credito 

Il secondo modo per poter utilizzare il superbonus è quello di cedere ad enti terzi, come gli istituti bancari, l’importo garantito dal bonus.

La cessione del credito consentirà di ottenere immediatamente la somma rientrando nella spesa sostenuta per i vari lavori.

 

Detrazione fiscale

Il terzo e ultimo modo per poter usufruire del superbonus è quello di poter utilizzare le somme di denaro garantite dall’incentivo come detrazione fiscale, cioè recuperando liquidità ogni anno in 5 o 4 rate dell’importo dovuto.

Per maggiori informazioni è possibile consultare la sezione dedicata al superbonus 110% sul sito delle Agenzie delle Entrate.