Il prestito matrimonio: cos’ è e come ottenerlo

Il Prestito Matrimonio è un prestito erogato appositamente per sostenere la spesa del matrimonio.
E’ la soluzione ideale per non rinunciare alla cerimonia sempre desiderata e consente di organizzare con serenità un momento importante, probabilmente il più importante nella vita di una persona pertanto tutto deve essere perfetto e senza intoppi!

Organizzare il matrimonio non è affatto semplice e comporta una serie di spese che può raggiungere anche un importo elevato.
Si calcola, infatti, che una cerimonia di nozze tradizionale con circa cento inviati, possa costare dai 35 ai 60 mila euro, cifre oggettivamente fuori dalla portata di troppe persone, per cui, il ricorso al Prestito Matrimonio, diventa l’unica soluzione per organizzare un’indimenticabile festa che soddisfi sposi e invitati.

D’altra parte, si tratta di una giornata davvero importante, che si vorrebbe perfetta, unica e indimenticabile. Gli aspetti da curare sono molti, dall’abito da sposa, gli inviti, le bomboniere, il servizio fotografico, il ricevimento, il pranzo o la cena e infine il viaggio di nozze.

Il Prestito Matrimonio, può essere richiesto per coprire l’intera spesa del matrimonio oppure solo l’acquisto dell’abito o il ricevimento o il viaggio di nozze in base alle diverse esigenze e necessità.
Questa tipologia di Prestito rientra nella categoria dei prestiti non finalizzati, seppur la finalità della richiesta del finanziamento sia conosciuta, il prestito non necessita di produrre la documentazione necessaria a giustificare la destinazione della somma e dell’intero capitale che si richiede, pertanto, il beneficiario è libero di utilizzare la liquidità ricevuta nel proprio conto corrente senza alcun vincolo.

Chi può richiedere il prestito matrimonio?

Possono usufruire di questo tipo di prestito dai dipendenti statali, pubblici e privati, dai pensionati e dai lavoratori autonomi.
Per avere accesso al Prestito Matrimonio, è necessario fornire la documentazione che attesti il proprio reddito, in modo tale da dimostrare la possibilità di restituzione del prestito e garantire così il pagamento mettendo al riparo la Banca o l’Istituto di Credito contro i rischi di insolvenza.

Il Prestito Matrimonio può essere stipulato come Prestito Personale. Il prodotto di credito al consumo, tra i più flessibili e i più diffusi tra i consumatori, che prevede il finanziamento di una somma di denaro prefissata, ad un tasso di interesse fisso e rimborsabile secondo un piano di ammortamento a rate costanti.

Con questo tipo di finanziamento, la Banca o l’Istituto di Credito erogante verificano nelle apposite Banche Dati e al Crif la solidità della situazione finanziaria del richiedente.
Qualora risultassero delle segnalazioni come cattivo pagatore, il richiedente non potrà accedere al Prestito Personale. Potrà valutare in alternativa la Cessione del Quinto dello Stipendio o della Pensione, altra categoria di finanziamento che rientra nel Prestito Matrimonio e che può essere concesso anche a chi ha avuto delle segnalazioni come cattivo pagatore.
Il rimborso delle rate mensili avviene attraverso la trattenuta della rata direttamente dalla Busta Paga o dalla Pensione. La rata non può superare il quinto massimo cedibile calcolato sullo stipendio base del richiedente o sulla pensione netta e la dilazione massima è di 120 mesi. Non è prevista la figura del garante e non sono obbligatorie altre garanzie di alcun tipo.

Come si richiede?

In modo facile e veloce, attraverso una richiesta on line o chiamando la sede provinciale per una consulenza gratuita