Prestito d’onore Sicilia sarà reintrodotto?

È stato un buon metodo di finanziamento per la costituzione di piccole e medie imprese, il prestito d’onore Sicilia è stato da stimolo per l’auto-impiego, vale a dire che grazie a questo supporto economico molte persone hanno potuto creare la propria impresa artigianale o imprenditoriale.

Purtroppo il prestito d’onore Sicilia è scaduto per esaurimento fondi nell’estate del 2015, quindi non è più disponibile sempre che non sia rifinanziato, questo strumento per la Sicilia è stato molto importante perché ha consentito di creare nuove attività su tutto il territorio, nuove imprese e quindi posti di lavoro.

Ora, stando a quanto dicono dall’Europa, ci sono buoni segnali di ripresa dell’economia, questo presuppone anche che ci saranno anche nuovi investimenti, e in questi casi non quando l’economia è in ripresa il prestito d’onore Sicilia, anche se non più disponibile può essere sostituito facilmente da altri mezzi di finanziamento.

Il prestito d’onore Sicilia lascia il posto al prestito agevolato

In questo momento sono disponibili una serie di prestiti a tasso agevolato, quindi con un buon tasso d’interesse che non grava sul complesso della somma erogata, sono prestiti che si possono ottenere anche con una certa facilità e rapidità.

Aprire una nuova impresa artigianale si può fare grazie a questi prestiti agevolati, presentando domanda del progetto di lavoro o finanziamento dello sviluppo delle attività già operanti. La somma erogabile arriva fino a 30.000 Euro, una cifra che è congrua per avviare molte iniziative imprenditoriali, ad esempio artigianali, come aprire una pizzeria da asporto, una bottega di riparazioni ecc… tutte attività che hanno bisogno di risorse limitate e che possono offrire ritorni immediati.

Ovviamente il prestito d’onore Sicilia era lo strumento perfetto per promuovere nuove attività e iniziative di lavoro autonomo ma visto il momento favorevole anche il prestito agevolato può essere davvero di grande aiuto per la piccola e media impresa.

Creare il proprio lavoro creando impresa

In un mondo sempre più globalizzato e un sistema produttivo che migra da un paese all’altro secondo le convenienze del momento, per molte persone non resta che una sola via da percorrere, ed è quella dell’operaio imprenditore, in altre parole la creazione di micro imprese che consentono di creare lavoro per lo stesso titolare e spesso offrendo anche posti di lavoro aggiuntivi.

Siamo prossimi alla rivoluzione industriale della robotica, quindi molte persone perderanno il lavoro, per molte di queste il futuro sarà quello dell’artigianato e del manifatturiero, tutte cose che per il momento un robot non può fare!